Zgjidhni pjesën e tekstit për ta sqaruar
Step 1 - N° 27

I Sogni - Cosa sono i Sogni (1 parte)

Pagina 1 su 2

Se nominiamo la parola Sogni, partiamo subito con il presupposto che non si tratti di un argomento serio e interessante, perché abbiamo associato ai sogni gli unici significati di fantasia. Siccome tutti sogniamo, tutte le notti o quasi, sottovalutiamo questo genere di esperienza perché abituati ad averla da sempre. È vero che la maggior parte dei sogni sono “soltanto sogni”; ma non tutti loro sono composti da sola fantasia. Ci sono sogni che rivelano informazioni molto più importanti di quanto si pensi, sia della nostra personalità, che del nostro futuro, come del nostro passato. Alcuni sogni non sono soltanto sogni, perché per quanto possano sembrare assurdi sono veri e propri ricordi di esperienze che abbiamo realmente vissuto, ma consciamente non le ricordiamo, così riaffiorano la notte mentre dormiamo. Altri generi di sogni ci permettono di vivere esperienze extrasensoriali, come ad esempio comunicare con persone che non ci sono più; altri ancora ci permettono di vedere il futuro, anche in modo molto dettagliato. 

Esistono diversi tipi di sogni, a partire dal più famoso sogno Lucido sino a giungere al sogno Premonitore. I sogni ci permettono di notare ciò che coscientemente non riconosciamo subito. Non si tratta solo di sogni fantasiosi, ma anche di una parte di informazioni che, fra un sogno e l’altro, ci vengono rivelate. Tante volte pensiamo che i sogni non abbiano nessun significato, o che al massimo possano avere un’interpretazione psicologica del soggetto che sta sognando. In verità i sogni possono nascondere molto di più. Ti sarà capitato di sicuro, più di una volta nella vita, di fare un sogno in apparenza fantasioso, ma che ti ha lasciato una bruttissima sensazione anche dopo il risveglio. Le scene vissute nel sogno potevano essere anche impensabili, tant’erano lontane dalla realtà, eppure quando ti sei svegliato – e per diverse ore successive – sei rimasto scosso da quel sogno. In apparenza poteva sembrare un sogno normalissimo, eppure ti ha lasciato scosso e disturbato addirittura per i giorni successivi. Perché un banalissimo sogno dovrebbe provocarti questi effetti così negativi? Anche ipotizzando che fosse stato un incubo, dal momento in cui ti sei svegliato sapevi che era tutto finito; quindi perché ti ha lasciato di pessimo umore anche dopo il risveglio? Quello non era soltanto un sogno. Naturalmente lo scenario che hai visto potrebbe essere stato quasi del tutto fantasioso, eppure all’interno di quel sogno c’era qualcosa di reale, che ti ha lasciato quella sensazione fastidiosa anche dopo il risveglio, proprio perché quello non era soltanto un sogno. 

Certe volte poi, i nostri incubi vengono provocati da presenze negative che riescono ad influenzare il nostro sonno tanto da disturbarlo. In apparenza tutto è calmo intorno a noi, perché il Low ci impedisce di vedere ciò che di energetico ci circonda; eppure loro riescono a vederci, perché non hanno il problema del Low. Di conseguenza, le entità riescono a vederci e influenzarci negativamente, mentre noi subiamo perché non riusciamo a vederle, quindi non ci poniamo il problema di difenderci da loro. Ed è qui che sbagliamo. Solo perché non vediamo qualcosa non significa che questa non esista, e peggio ancora, non significa che anche lei non riesca a vederci. Tutti noi purtroppo siamo lo zimbello delle entità, perché loro vedono noi, ma noi non vediamo loro, e addirittura neanche crediamo nella loro esistenza! Così facendo, loro hanno la libertà assoluta di influenzarci negativamente e di giocare sulle nostre vite, senza che facciamo nulla per opporci. 

Quando dormiamo siamo molto vulnerabili, tant’è che il nostro sonno può essere facilmente influenzato da energie esterne che ci colpiscono. Allo stesso tempo però siamo anche più percettivi. Non solo le entità negative sono capaci di influenzarci, ma anche altri tipi di energie che possono avere scopi positivi o negativi. Capita molto spesso che le entità cerchino di comunicare con noi attraverso i sogni, perché è una via molto più semplice, per loro, rispetto alla comunicazione verbale da svegli per come ce l’aspettiamo noi. Infatti, ci immaginiamo che se un’entità volesse comunicare, dovrebbe apparire davanti ai nostri occhi e dirci per filo e per segno ciò che intende rivelarci. 

Pagina 2 su 2

Ma la realtà è molto più complessa, perché esiste il Low che cerca di bloccare tutto questo. Quindi le entità non riescono a comunicare con tanta facilità, e talvolta ci provano attraverso i sogni. Perciò, qualche volta, i nostri sogni non sono soltanto sogni, perché al loro interno possiamo trovare comunicazioni reali. Ma le entità non sono le uniche che provano a comunicare con noi durante il sonno. Anche il nostro inconscio cerca di comunicare, seppure sembri così scontato e ovvio. In verità non dovremmo sottovalutarlo poi così tanto, poiché tante volte prova a farci comprendere ciò che noi, durante il giorno, non vediamo o non vogliamo vedere. Alcune volte la nostra mente vuole comunicarci qualcosa che non riusciamo a capire da svegli. Il nostro inconscio non è soltanto un recipiente di ricordi e informazioni, ma è molto più profondo e intelligente, tanto che cerca di comunicare con noi per farci capire che cosa c’è che non va. Non c’è da stupirsi se certe volte i sogni ci rivelano ciò che sta accadendo, proprio in quei giorni, intorno a noi. Da svegli potremmo non aver compreso la situazione in cui ci troviamo, ma i sogni potrebbero rivelarcelo. È come se il nostro inconscio vede e registra, anche ciò che noi non capiamo istantaneamente; dopodiché, durante i sogni, prova a comunicarcelo. Ma spetta a noi comprendere quei messaggi dettati dall’inconscio, perché non sempre sono così facili da intuire! Tante volte i nostri sogni preannunciano un cambiamento molto forte nella nostra vita, che dopo pochi giorni si avvera realmente. Certe volte si tratta di messaggi dal nostro inconscio che vuole comunicarci ciò che ha avvertito, attraverso i segnali che durante il giorno noi non abbiamo compreso: ma lui sì e cerca di comunicarcelo. Altre volte, invece, si tratta proprio di Sogni Premonitori, perché non c’era alcun dato che potesse avvertirci di quell’improvviso cambiamento, eppure lo abbiamo sognato e, dopo poco tempo, si è avverato con grande precisione. I sogni Premonitori non sono così rari, o meglio ci sono persone che li vivono molto più frequentemente di altri, al punto da compiere anche più di un sogno premonitore a settimana. C’è chi compie sogni premonitori quasi tutti i giorni. 

Poi ci sono i sogni Lucidi, ovvero quei sogni in cui ti rendi conto di stare sognando, al punto che puoi decidere di fare qualunque cosa: per esempio puoi decidere di volare, oppure di respirare sott’acqua, perché ti sei reso conto di essere dentro un sogno e sei consapevole che sia tutto finto, illusorio, perciò giochi nel sogno perché sai che non ti può accadere nulla di male. Non è straordinario? Eppure, ben pochi si rendono conto che i sogni lucidi possono diventare molto più interessanti, se saputi utilizzare. Alcune persone hanno compreso che il sogno è una vera e propria dimensione, che si può sfruttare come trampolino da lancio per infilarsi in altre dimensioni più interessanti. Per esempio si può utilizzare il sogno lucido per riuscire a compiere un vero e proprio Viaggio Astrale. A questo punto ti rendi conto che i sogni non sono soltanto sogni, ma possono diventare porte per altre dimensioni, se impariamo ad utilizzarli. Questa non è che una breve introduzione al mondo dei sogni, perché essi sono una vera e propria dimensione che si può sfruttare per compiere gesti reali. Basti solo pensare che attraverso il sogno puoi riuscire a comunicare con un’altra persona, anche molto distante da te fisicamente, ed entrambi al risveglio ricorderete di aver compiuto lo stesso identico sogno. Questa non è forse una comunicazione telepatica? 

Successivamente approfondiremo l’argomento Sogni e ti assicuro che sarà molto più affascinante del previsto. 

Fine pagina 2 su 2. Se hai gradito l’articolo, commenta qui sotto descrivendo le tue sensazioni durante la lettura o la pratica della tecnica proposta.

1506 komente
  • sarag - 16:48 20/02/24

    Il mondo dei sogni mi ha sempre attratto per quello che poteva rappresentare come risvolto psicologico degli eventi quotidiani. Ora che ho scoperto poter essere un ponte per le altre dimensioni acquista un fascino a dir poco travolgente. Per quanto mi riguarda gli unici sogni che ricordo sono quelli che mi hanno emozionato fortemente: gli incubi, ad esempio, per i quali ho sempre trovato cause nella cattiva digestione o nelle preoccupazioni quotidiane; o l’incontro con i miei cari trapassati <3. È da un po’ di tempo che non succede ma ho sognato molto spesso mio padre, ad esempio, e mi scalda il cuore pensare che i miei non fossero soltanto sogni ma veri e propri incontri su altri piani. Non vedo l’ora di conoscere qualcosa in più sull’argomento.

  • Cosmic Feather Medaglia per aver completato lo Step 1 Medaglia per aver completato il libro Prendiamo Coscienza degli ALIENI - Vol. 1 per la 2ª volta Medaglia per aver completato il libro Prendiamo Coscienza degli ALIENI - Vol. 4 Medaglia per aver completato il libro Prendiamo Coscienza degli ALIENI - Vol. 5 - 12:33 19/02/24

    L'argomento sogni mi affascina molto nonostante in apparenza possa sembrare banale e quasi scontato perché è una cosa che tutti noi facciamo, ma proprio perché non conosciamo le altre sfaccettature del sogno non lo reputiamo poi così importante. Di solito, infatti, si pensa che, come è stato detto, il massimo sia che si potrebbe celare una spiegazione psicologica all'interno di alcuni sogni altrimenti sono generalmente semplici opere di fantasia. Però, in effetti, se ci si pensa non è normale svegliarsi da un incubo e continuare tutta la giornata a portarsi dietro quel sentimento deprimente che sembra sia accaduto nella realtà. Se fosse stato solo un sogno, al risveglio l'avremmo automaticamente distaccato senza portarcelo dietro ulteriormente. L'argomento sogni è davvero affascinante, specie quando si parla di tematiche più intriganti come sogni lucidi o premonitori.

  • nike - 16:40 16/02/24

    Personalmente, anche per interessi di lettura precedenti all Accademia, non ho mai sottovalutato la dimensione di sogno, anzi, anche io credo sia uno strumento eccezionalee. Ho avuto anche molte esperienze particolari, e sono felice di vedere che qua, non solo tratteremo il tema, ma lo faremo grazie all esperienza di chi già ha sperimentato!

  • talea - 17:47 14/02/24

    Come descritto nell'articolo, mi è capitato diverse volte di fare sogni che mi lasciassero una brutta sensazione anche da sveglia e spesso mi è successo anche di non sapere se stavo sognando o se ero in parte sveglia, continuando a vedere ad occhi aperti persone o cose presenti nel sogno. Altre volte invece sono riuscita a sognare ciò che volevo, concentrandomi prima di addormentarmi ed ho anche interagito con essi come volevo, dopo averli ripetuti però per diverse volte. Da quando ho cominciato a meditare inoltre mi sono resa conto di ricordarmi più cose al mattino, anche se spesso non ne comprendo il significato. Quello dei sogni è un argomento molto interessante e mi piacerebbe imparare qualcosa in più. Grazie.

  • Rosy - 13:25 14/02/24

    Hi fatto molti sogni premonitori da quando ero bambina. Spero di riuscire ad imparare a riconoscerli prima che le cose accadano.

  • anlura - 21:54 12/02/24

    Non ho mai fatto un sogno premonitore, ma ho fatto sogni lucidi e diverse volte non riuscivo più a muovermi, devo dire che alcune volte non è stato divertente. Comunque spero che in questo percorso tutti noi si possa riuscire a imparare a gestire i sogni nel migliore dei modi.

  • Martina - 18:44 12/02/24

    Io in realtà non ho mai ricordato molto bene i sogni…. Però da quando medito li ricordo molto più chiaramente. Non ho mai fatto sogni premonitori però approfondire il discorso mi piacerebbe molto, perché magari anche io un giorno potrò riuscire ad avere questa capacità grazie alla meditazione! Vorrei anche provare a praticare il rilassamento prima di addormentarmi perché oltre che a rilassarmi appunto, sicuramente respirare Prana anche prima di dormire oltre che nelle meditazioni e durante il giorno non può che farmi bene 😊

  • SerenaP - 10:32 12/02/24

    Molto affascinante aprire una porta su queste possibilità. Da molti anni mi succede spesso di percepire di non essere sola in un luogo in cui fisicamente non c'è nessuno, avverto chiaramente una presenza. Il più delle volte la sento benevola, anche rassicurante, più raramente mi mette agitazione e qualche volta anche paura. Del sogno lucido avevo sentito parlare e non vedo l'ora di scoprire di più ✨

  • stefanimazza - 00:28 10/02/24

    Straordinario...io credo ci sia anche un altro tipo di sogni ovvero quelli che ci riportano in momenti delle nostre vite precedenti

  • clarysol - 14:17 09/02/24

    I sogni da sempre mi hanno interessato moltissimo. Adoro sognare. C'era un periodo (molto lungo) in cui fumavo e non ricordavo i sogni. È stato bellissimo smettere e ricominciare a sognare! Non sono una persona che fa sogni premunitori, ma sogni lucidi si, e mi diverto un sacco. Anche a scappare da situazioni difficili. Infatti è ancora più fantastico leggere oggi questo articolo sui sogni, perché sono tre giorni che mi porto dietro un energia bellissima da un sogno fatto appunto tre giorni fa. Era difficile all'inizio. Un signore mi seguiva. Per quanto mi sforzassi di scappare ( ero abbastanza brava, facevo dei salti pazzeschi e prendevo belle distanze da lui), era sempre vicino. In passato sognavo spesso che qualcuno mi seguisse...finché un amico messicano mi disse: tu, che riesci a fare sogni lucidi, devi riuscire a girarti e chiedergli cosa vuole da te. Riuscii a farlo e spari nel nulla!!! Era la mia oscurità che mi guardava dicendomi che dovevo farla uscire anche nella vita reale, per conoscerla e imparare a gestirla. Da lì è stato tutto un percorso bellissimo. Era da molto che non sognavo più che qualcuno mi seguisse...in questo ultimo sogni che vi raccontavo è successo qualcosa di straordinario, diverso. E penso sia dovuto grazie alla pratica di yoga che faccio dove offro tutto a Dio. Dio è presente nella mia vita sempre di più, mi ricordo di lui. Quindi nel sogno è arrivata una persona che mi ha detto si essere Dio. Mi ha nascosto dentro un suo braccialetto fatto di luce. Poi lui incontrava il signore che mi seguiva e io potevo vedere tutto da lì, dalla luce. Fantastico. Volevo condividerlo con qualcuno! Ancora non l'avevo raccontato!!!

  • manuela3 - 12:06 05/02/24

    Quante cose meravigliose da imparare sui sogni! Le premesse sono super interessanti e non vedo l’ora di andare più a fondo grazie grazie grazie grazie

  • Mattheo - 10:53 05/02/24

    Spesso mi rendo conto di stare sognando e riesco a risvegliarmi nel sogno ma poi l’esperienza di sogno lucido ha breve durata, mi piacerebbe approfondire e magari da lì passare al viaggio astrale. Anche la possibilità di comunicare con entità tramite il sogno sembra interessante non avevo mai valutato questa cosa ma in realtà ora che ricordo mi sono capitate esperienze che poi ho catalogato solo come sogni.. per esempio una notte ho sognato la nonna di un mio amico ma molto più giovane che mi veniva a salutare poi il giorno seguente ho saputo che era deceduta proprio quella notte. Mi rendo conto di auto limitare il potenziale che ho a disposizione per credenze o paure, sento che con questo percorso c’è la possibilità di esprimere tutto il potenziale latente

  • Mixolydian - 15:09 02/02/24

    Argomento affascinante a cui mi sono avvicinato da veramente pochissimo tempo! Faccio sempre molta fatica a ricordare i sogni, anche a distanza di pochi minuti. A volte sogno cose davvero interessanti a cui vorrei dedicare qualche pensiero ma dopo pochi minuti tutto mi svanisce dalla mente. Probabilmente anche questa è una capacità da allenare. Grazie!🙏

  • unmanny 🐾 Medaglia per aver completato lo Step 1 - 10:39 02/02/24

    Ricordo una vecchissima esperienza di sogno lucido, in cui ero dopo aver passato le notti precedenti a concentrare il mio intento verso l’obiettivo di riconoscere il sogno e di interagire il più possibile con esso. Avevo letto da poco un libro di Alejandro Jodorowsky, in cui parlando di sogni lucidi si suggeriva di mantenere la calma, di “disciplinare la mente” perché altrimenti sarebbe stato facile perdere proprio la lucidità e trovarsi catapultati fuori. Ho potuto mantenere il controllo su ciò che facevo accadere intorno a me per quello che mi è sembrato il tempo giusto di un minuto, poi ho avvertito mio malgrado una sorta di “delirio di onnipotenza” (facevo volare con un gesto delle mani cose e animali) e un attimo dopo, puntuale, è arrivato il risveglio 😅

  • Mariel - 11:13 01/02/24

    Sono veramente contenta di poter approfondire questo argomento perché mi rendo conto di sognare, ma quando mi sveglio non ricordo niente se non la sensazione di aver vissuto un sogno bello oppure brutto